fbpx

Quando la ‘calima’ ricopre il cielo di Madrid: uno scenario desertico avvolge la capitale

Lo scenario desertico della Calima avvolge la Cattedrale dell’Almudena nel mese di Marzo
Lo scenario desertico della Calima avvolge la Cattedrale dell’Almudena nel mese di Marzo

Ebbene sì, eccoci arrivati alla terza fermata del nostro entusiasmante tour : La Cattedrale dell’Almudena .

Oggi però, nel mese di Marzo , ci tocca osservarla e ammirarla ricoperta da una patina rossa e arancione : la calima desertica . Quale miglior occasione allora per inoltrarsi con noi in un viaggio senza tempo?

Questa cattedrale rappresenta il luogo sacro di tutta la città di Madrid che il 9 Novembre festeggia la sua patrona: San Almudena.

Effettivamente, i nostri turisti , appena svoltano l’angolo di calle Bailen, non si aspettano di trovarsi davanti a questo gioiello senza tempo : una sorta di trompe l’oeil inaspettato,poiché ci si aspetta , quasi con impazienza, di trovarsi subito davanti la facciata Reale .

Quasi la Cattedrale dell’Almudena sembra rubare la scena ,almeno per qualche minuto, al Palazzo Reale Stesso alla nostra destra …

Continuando la nostra passeggiata , da lontano intravediamo ” el mirador” vale a dire ” la bellavista” aperta e ristrutturata recentemente… vieni con noi a visitarla!

La Cattedrale dell’Almudena si presenta ai nostri occhi come un melting pot di stili , una sorta di pot-pourri inaspettato: fuori neoclassico, dentro neogotico e la cripta neoromanica ….

Sapevate che la cattedrale fu consacrata da Giovanni Papa Paolo II nel 1993?

Oggi però ciò che ci sorprende è uno scenario a dir poco surreale : la città di Madrid sembra quasi sospesa in uno scenario senza tempo, onirico e suggestivo : la calima di origine desertica ricopre la città, evento rarissimo per la posizione geografica della capitale poiché é solita depositarsi nella zona delle Isole Canarie .

Non vi sembra, vedendo queste immagini , di essere in un film di Sergio Leone ?

Prenota un tour con noi su : www.tourtime.es

Info : info@tourtime.es

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses cookies to offer you a better browsing experience. By browsing this website, you agree to our use of cookies.